Letter from Abbottabad

 

di

 

Osama bin Laden

 

 

 

 

Al buon fratello Hakimullah Mehsud,
Emiro del Tahrik-i-Talebani
(TTP - Movimento dei talebani in Pakistan, ndt)
in Pakistan

 

 

imgs/HakimullahMehsud.jpg
Saluti,
ci sono alcune questioni importanti che ci piace portare alla Tua attenzione:


1: Abbiamo diverse e importanti osservazioni per meglio spiegare la concezione, l'approccio, e il comportamento del TTP in Pakistan, per correggere comportamenti nocivi e chiari errori contro la giustizia e la religione che potrebbero comportare una deviazione dal percorso corretto su cui si dovrà incamminare il Movimento jihadista in Pakistan, anche perché sono in contrasto con gli obiettivi della Jihad e dagli sforzi da noi esercitati.

 

Questi sono i punti da considerare:

 

I: considerando Te, Hakimullah, quale unico Emiro e obbligando tutti a giurarTi fedeltà, e considerando chiunque si opporrà a Te come un nemico del movimento è tanto grave quanto un adulterio perché non ci sarebbe così alcuna differenza tra un Jihad Emirato e il futuro Grande Imam, se trascuri le attuali condizioni dei musulmani, i quali secondo imgs/Shari-a.jpgle leggi della Shari'a portano a un fraintendimento della effettiva situazione reale, e questo potrà causare scontri tra Te ed altri Mujahidin;

 

II: (del comportamento passivo) se uccidi più persone, utilizzandoli quali scudi senza basare la loro azione sulla Shari'a, uccidendo i musulmani comuni a seguito di operazioni di martirio che si svolgono nelle piazze, nelle moschee, nelle strade, o in luoghi frequentati, e chiamandoli apostati musulmani;

 

III: il tuo progetto, Hakimullah Mahsud, è inaccettabile e non viene approvato perché contiene gravi errori politici e contro la Shari'a. Avevamo già inviato le nostre osservazioni in merito a questo progetto;

 

IV: stiamo inviando l'elenco, in allegato, di quanto possa essere considerato accettabile, e di quanto no, in materia di rapimenti e di riscatti, e ci auguriamo che sia Tu che la Mujahidin in Pakistan vorrete condividerlo;

 

imgs/AlQaidaFlag.jpgV: vogliamo farTi capire che al-Qa'ida è un Organizzazione islamista jihadista che non si limita ad un Paese o razza, e che in Afghanistan ha giurato fedeltà all'Emir Mullah Mohammed Omar, che ci ha permesso di portare la Jihad.
Coloroi che ci considerano quali OSPITI lo fanno per ragioni politiche e non per basare questo attributo sulla Shari'a, e chiediamo a voi e a tutti i mujahidin di non utilizzare mai più questo attributo;

 

VI: Vogliamo chiaramente precisare che il fratello di Badr (Mansur, ndt) è uno dei soldati di al-Jihad Organizzazione Qa'idat che giurò fedeltà al Shaykh Usamah (lo stesso bin Laden, ndt). Egli è con noi, sotto il nostro comando, è l'emiro di un nostro gruppo. Badr Mansur e gli altri membri di questo gruppo non devono essere avvicinati, né invitati ad aderire ad altri gruppi o ad altra organizzazione per l'invio in altre località. Le buone maniere e le regole associative del gruppo prevedono che tale richiesta debba essere presentata al suo Tanzim (la stessa al-Qaeda, ndt), o all'Emiro o a Enti superiori;

 

VII: Sottolineiamo il fatto che la riforma reale è dovere di tutti, e per avere successo dobbiamo cercare di correggere i nostri errori e seguire i consigli degli altri.

 

imgs/Al-Qaida-Fighters.jpgSperiamo che prenderai le misure necessarie per correggere il Tuo modo di operare e che vorrai evitare questi o altri gravi errori, altrimenti dovremo intraprendere azioni decisive contro di Te, magari prevedendo la Tua stessa fine.


Preghiamo Dio che ci conceda il successo.

 

Saluti,


Mahmud al-Hasan (('Atiyatullah)

al-Libi 27 Dhu al-Hijja 1431 (3 dicembre 2010, ndt)

 

P.s.:

E prima di chiudere Ti ricordo delle motivazioni molto importanti che provengono da me stesso, e che impongono di cambiare il nome di Qa "ida al-Jihad, perché ci sono diversi, necessari e degni motivi per cambiarlo:

 

2: Questo nome, Qa "ida al-Jihad, è stata trasformato nell'uso popolare e solo poche persone ricordano il nome iniziale; esso è finito per essere noto come al-Qa "ida. Questa denominazione riduce la sensazione di appartenenza ai Musulmani, e consente ai nemici di affermare, con l'inganno, che essi non sono in guerra con l'Islam e con i Musulmani, ma sono in guerra esclusivamente con il gruppo di al-Qa"Ida, che è un'entità al di fuori dagli insegnamenti dell'Islam. Questa motivazione è stata sollevata più volte in passato per indicare che la loro guerra non è contro l'Islam o contro i Musulmani, ma piuttosto esclusivamente contro al-Qa"ida

 

È chiaro, analizzando ciò che è stato, che i nostri nemici hanno in gran parte smesso di usare la frase "guerra al terrore" nell'intento di non provocare i musulmani, perché si sentivano dire che la guerra al terrorismo potrebbe far sembrare alla maggior parte delle persone che sia una guerra all'Islam, in particolare dopo avere, senza senso di giustizia, versato il sangue di musulmani innocenti in Iraq e in Afghanistan.
[Chiediamo a Dio Onnipotente di avere pietà di nostri fratelli islamici].
Ad esempio, il nome dei nostri fratelli nella organizzazione Shabaab, la televisione Al-Arabiya, li identifica spesso con il imgs/Shabaab.jpgmovimento Shabaab, solo evitando il nome proprio di al-jihad al-o mujahidin.


2. - Il nome di un'Organizzazione ne anticipa il messaggio e rappresenta essa stessa. Al-Qa"Ida descrive una base militare con i combattenti senza alcun riferimento alla nostra missione di unificare la nazione araba nella maniera più ampia.
Sulla base di ciò che viene presentato, sarebbe bello se si potesse giungere a nomi adeguati in grado di non essere facilmente ridotti a una parola che non ci rappresenta. Sarebbe d'aiuto se il nome fosse un metodo per propagare il nostro messaggio e per raggiungere tutti i figli della Umma (è l'intera comunità dei musulmani, senza alcun significato restrittivo di tipo etnico, linguistico o culturale, ndt).

 

Queste alcuni nostri suggerimenti:
Taifat al-Tawhid wal-Jihad (Monoteismo e Jihad Group, ndt)
Taifat al-Tawhid wal-DIFA "" un al-Islam (Monoteismo e Difesa dell'Islam Group, ndt)
Jama "presso i" ADAT al-Califfato al-Rashida (Restauro del califfato come Organizzazio, ndt)
Jama "al Nasr al-Islam wal-Aqsa (Supporto dell'Islam e Al-Aqsa Group, ndt)
Jama "al wihda al-Muslimin (Unità dei gruppi musulmani, ndt)
Tanthim al-jihadista li-Tawhid wa al-Umma-inkathiha (Jihad Organizzazione per l'unificazione ed il salvataggio della Nazione, ndt)
Tanthim al-Jihadi litahrir al-Aqsa-Tawhid wa al-Umma (Organizzazione Jihad per liberare Al-Aqsa e unificare la Nazione, ndt)
Tawhid Hizb al-Islamiya al-Umma (Nazione islamica Partito Unificazione, ndt)
Jama "al Tahrir al-Aqsa (Gruppo Al-Aqsa Liberazione, ndt)
Jama "al inkath wanahdat al-Umma (Salvataggio e Rivitalizzazione dell'Organizzazione Nazione, ndt).

 

 

imgs/OsamabinLaden1998.jpg

 

 

 

imgs/LettersFromAbbottabad.jpg

 

Ndt (nota del traduttore): questa traduzione è stata effettuata da me, tanino ferri. Il fatto che io non abbia un ottimo rapporto con l'inglese, la rende a rischio; inoltre la versione originale è stata scritta ovviamente in arabo, che, linguisticamente ha una costruzione verbale molto differente da quelle occidentali. Poi è stata tradotta in inglese, presumo, da un signore che ha una familiarità con l'arabo pari a quella che io ho con l'inglese.
Probabilmente si è fatto qualche torto al pensiero di Obama bin Laden.
Per correttezza metto i link all'originale in arabo ed alla versione inglese.

 

 

 

 

 

 

______________
Osama bin Laden

diciassettesimo dei 52 figli del più ricco costruttore dell'Arabia Saudita, Osama si laurea in ingegneria all'università di Gedda; nel 1980 decide di lasciare la casa paterna per prendere parte alla Jihad afghana contro l'Unione Sovietica unendosi alla resistenza afgana, i mujahedin, per combattere le truppe sovietiche che occupano l'Afghanistan.
Liberato l'Afghanistan dai sovietici, torna in Arabia Saudita, dove lavora per l'azienda di famiglia, il "Saidi Binladen Group". Non riesce a condurre una vita tranquilla e si unisce alle forze che si oppongono alla monarchia regnante, la famiglia Fahd, tanto da venire espulso dal Paese e da essere privato della cittadinanza saudita.
Nel 1996 lancia il primo "fatwah", editto religioso in cui invita i musulmani a uccidere i soldati americani stazionati in Arabia Saudita e in Somalia. A questo ne segue un secondo, nel 1998, nel quale include anche i civili statunitensi.
Secondo l'FBI bin Laden è al centro di una coalizione terroristica islamica con numerosi alleati, dall'egiziana al Jihad, agli Hezbollah iranani, al fronte nazionale islamico sudanese, ai gruppi della jihad in Yemen, Arabia Saudita e Somalia.
Dopo il tragico attentato alle Torri Gemelle di New York, bin Laden diventa il pericolo numero uno per gli Stati Uniti, che hanno unito le loro forze, insieme a numerosi alleati internazionali, per dare la caccia a quello che è ormai considerato a tutti gli effetti (anche grazie ad alcuni video nei quali bin Laden inneggia alla riuscita dell'attentato) il responsabile morale e materiale della strage newyorchese.
Il 2 maggio 2011 il presidente degli Stati Uniti Barack Obama annuncia che Osama Bin Laden è stato ucciso da un commando americano ad Abbottabad, a 65 km da Islamabad, dopo uno scontro a fuoco.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   


taninoferri.com sito sponsorizzato da ferridesing artaitec